La nostra Mission

La nostra mission è credere fortemente nella mediazione.

Nell’attuale contesto sociale, caratterizzato da grande litigiosità, la mediazione è, e sarà sempre più nel futuro, l’unico vero strumento per prevenire e risolvere con efficacia i conflitti.

Basti considerare quanto segue:

tutto, nel nostro contesto sociale, è conflitto;

tutto, nel nostro contesto sociale, genera nuovo conflitto;

nulla, nel nostro contesto sociale, contribuisce alla distensione dei rapporti sociali;

nulla, nel nostro contesto sociale, contribuisce ad attenuare i fattori che generano il conflitto.

Il nostro periodo è caratterizzato da una presenza spaventosa di conflitti e dalla formidabile coesistenza di una serie di fattori che portano, essi stessi, all’esasperazione della conflittualità interpersonale:

a) il costante e progressivo impoverimento sociale, che genera tensioni e conflitti;

b) l’imperante cultura dell’egoismo, suffragata ed alimentata dal pessimo esempio degli altri, dalle sempre maggiori difficoltà economiche, così come dal comportamento di ogni singolo individuo che si trova quotidianamente ad operare nell’ambito del proprio contesto sociale. Si rifletta, a conferma di ciò, su quanto accade nel proprio luogo di lavoro, nel proprio condominio, nei rapporti interpersonali… e non ultimo (vogliamo sorridere??…) a cosa accade nel contesto della circolazione stradale, luoghi e momenti ideali in cui ciascuno sembra dare il meglio di se stesso nel libero sfogo delle proprie frustrazioni ed angoscie, contro terzi estranei e sconosciuti;

c) l’effetto devastante sull’economia e sulle coscienze sociali, fin nel suo primo nucleo fondante che è la famiglia, del costante esempio negativo ed incoerente di vita di coloro (ormai sempre più numerosi al punto tale da farci cadere nell’inganno di ritenere che ciò sia la normalità!) i quali sarebbero deputati a garantire lo sviluppo ed il bene della collettività e che, invece, vivono una vita traendo iniquo profitto e nutrimento per se stessi ed a danno del prossimo, in una folle corsa volta solo all’accaparramento di denaro e posti di potere, dimenticando Verità e Giustizia, non certo per il perseguimento del bene comune, ma anzi a suo danno e solo per garantire a se stessi illegittimi privilegi e situazioni di favore, costruendo così, su tali inique fondamenta, la propria ricchezza.

Questo è l’effettivo contesto sociale nel quale si trova ad operare il pioniere “Mediatore”, al quale si affianca una situazione della “Giustizia” non certo incoraggiante per i suoi costi ed i suoi tempi, che rendono talvolta inutile od inefficace anche una sentenza favorevole.

Per questo riteniamo che la mediazione è, e sarà sempre più nel futuro, l’unico vero strumento per prevenire e risolvere con efficacia i conflitti, ma ciò sarà possibile solo attraverso Mediatori preparati, veri professionisti preparati a questa “battaglia”, che sappiano veramente vivere e trasmettere agli altri “emozioni”, facendo della propria vita e professione una vera e propria “Missione”.

Aggiungo infine doverosamente…. ”magari anche remunerata, per poter sopravvivere!!”, ma questo è un altro capitolo…… non tutti, a quanto pare, sembrano di questa opinione.

Avv. Lorenzo Carli  (cellulare 349.4680446)

La Casa della Conciliazione s.r.l. con sede in Siena, Via dei Termini n. 17, 53100 Siena - c.f. e p.i.: 01324770526 Società iscritta presso il Ministero della Giustizia al n. 850 del Registro Organismi di MediazioneSocietà iscritta presso il Ministero della Giustizia al n. 318 del Registro Enti di Formazione www.lacasadellaconciliazione.it - info@lacasadellaconciliazione.it - adr@pec.lacasadellaconciliazione.it | powerwd by digitalaP